December 22, 2019

Please reload

Post recenti

Crescere un Australian Shepherd, temperamento e sviluppo

 

Quando cresciamo un Aussie, è saggio conoscere le caratteristiche generali della razza e pianificare un programma  di educazione in base al singolo soggetto. La consapevolezza delle variazioni di temperamento (talvolta drastiche) che questi cani mostrano nelle varie fasi della loro maturazione possono aiutare i proprietari nel processo di addestramento e socializzazione.

 

Carattere (Standard di razza dell’Australian Shepherd Club of America): l’Australian Shepherd è intelligente, fondamentalmente un cane da lavoro con grande istinto di conduzione e di guardia. E’ un compagno eccezionale. E’ versatile e facilmente addestrabile, svolge i compiti assegnati con grande entusiasmo e stile. E’ riservato con gli estranei, ma non timido. Sebbene sia un lavoratore energico e autoritario, l’aggressività verso animali o persone non è tollerabile.

 

 

“...intellingente...”

Questa parola descrive accuratamente molti Aussie, ma che cosa significa esattamente? Gli Australian sono intelligenti e imparano molto velocemente i comandi base dell’ubbidienza, ma questo è solo parte di come lavora l’intelligenza di questi cani.

 

Gli Aussie risolvono abilmente i problemi; sono inoltre famosi per la loro abilità di pensare in maniera indipendente e prendere decisioni in maniera autonoma. Non vedono “limiti” nel loro ambiente... solo opportunità. Questo è un tratto distintivo necessario della loro abilità lavorativa con il bestiame e si trasferisce ad altre aree della vita. I proprietari di Australian dovrebbero insegnare con ponderazione dei limiti, prima che il proprio Aussie colga ogni opportunità!

 

Prendiamo ad esempio i recinti. Gli altri cani percepiscono le recinzioni come un ostacolo insormontabile. Un Labrador guarda il recinto e dice “Dannazione, un recinto. Penso che resterò in giardino”. L’Aussie lo guarda e pensa “hmm, lo posso superare” e poi inizia a provare 90 differenti modi x farlo. Molti proprietari di Aussie sono shockati dall’abilità di evadere del loro cane. In un anno molti Australian perdono la vita dopo essersela svignata da una recinzione apparentemente sicura. Il motivo è forse da attribuire alla loro fenomenale abilità di saltare e al loro atletismo? In parte, ma la ragione principale di questa nota caratteristica è che gli Australian non considerano le recinzioni nella stesso modo in cui lo fanno le altre razze. Se c’è un problema sul cammino di un Aussie (come x esempio superare uno spazio recintato per andare a vedere cosa c’è di interessante dall’altra parte), generalmente troverà una maniera per risolverlo velocemente.

 

Un altro esempio: se un Aussie ha fame (e gli Australian sono generalmente molto motivati verso il cibo, una caratteristica che non viene elencata nello standard di razza), cercherà del cibo e troverà il modo di ottenerlo! Se questo significa aprire una credenza, saltare su un bancone, aprire la zip di uno zaino, scartare i cioccolatini di Natale, escogiterà il modo per farlo. Gli Aussie vedono gli ostacoli, ma non vi si sottomettono, piuttosto si immaginano una via per aggirarli!

 

In qualità di cani da conduzione o da sport e da obedience, la capacità di risoluzione dei problemi di questi cani può essere un problema per quei proprietari che utilizzano metodi di addestramento monotoni, a concatenazione. Un sistema ripetitivo può annoiare facilmente o persino causare antipatia per quella particolare attività in un Aussie. Molti di questi cani tenteranno di inserire qualcosa di loro nel “gioco” e quello che inseriranno non si rivelerà sempre l’ideale nel lavoro o in gara! Per mantenere motivato un Australian bisogna permettergli di risolvere i problemi.

 

“...per prima cosa un cane da lavoro...”

L’Australian medio ama avere qualcosa da fare. Questo non significa che siano solo “atleti” e che abbiano bisogno di un’attività fisica senza fine.... piuttosto il contrario! Hanno necessità tanto della stimolazione mentale, quanto di quella fisica. Dovrebbe esserci un sano bilanciamento in queste due sfere della loro vita, per evitare l’insorgere di problemi.

 

Il problem-solbing degli Australian Shepherd non è solamente un tratto del temperamento, ma una motivazione. A loro piacciono le sfide, amano immaginare come risolverle; il successo nel problem-solving è esso stesso una ricompensa.

 

Molte case offrono parecchia attività fisica, ma non molte lo stesso livello di stimolazione mentale e questo può condurre ad alcuni problemi. I proprietari di quei cuccioli di Aussie cui non viene fornito un adeguato bilanciamento tra stimolazione mentale e fisica, spesso si ritrovano ad avere un cane molto prestante fisicamente, ma insoddisfatto mentalmente. Tutto ciò porta ad un soggetto capace di trascorrere con entusiasmo e con tenacia la giornata creando  modelli di tappezzeria molto innovativi, grazie alla sua fantastica forma fisica (e al suo cervello ansioso di risolvere problemi).

 

Molto si è scritto sugli Aussie rispetto al fatto che siano una razza attiva con un alto livello di energia. Sarebbe più accurato affermare che un Australian annoiato è un cane attivo con un alto livello di energia. Quei soggetti a cui viene offerto un adeguato livello di stimolazione mentale possono essere molto soddisfatti con una regolare passeggiata al guinzaglio ogni giorno e poche corse o giochi di riporto alla settimana.

 

Esempi di attività con stimolazione mentale:

•  Razionamento del cibo (Kong ripieni, invece della ciotola di cibo)

•  Ossa da masticare stuzzicanti, ma difficili da smembrare

•  Giochi di riporto (questo fornisce anche stimolazione fisica)

•  Insegnamento di trucchetti (ricompensati concedendo oggetti di alto valore x il cane)

•  Gioco del cerca e trova col proprietario (fisico per tutti i giocatori!)

•  Agility (è anche fisica, ma innanzitutto mentale... su cataste di legno, nel bosco o con una regolare attrezzatura nell’ambito dei campi di addestramento)

•  Gioco libero con altri cani conosciuti (stimolante anche fisicamente)

•  Classi di obedience

•  Flyball (stimolante anche fisicamente)

•   Lavoro su bestiame (stimolante anche fisicamente)

 

“... con forte istinti di conduzione... autoritario...”

 L’abilità di tiranneggiare con autorevolezza il bestiame è una caratteristica che è stata fissata dagli allevatori in centinaia di anni o più di selezione. La parola chiave, in questo caso, è “fare il padrone”.

 

Agli Aussie piace mettere in ordine il proprio mondo e sanno che possono influenzare la creazione di quell’ordine. Questo significa che se la leadership e la guida degli esseri umani è debole, allora prenderanno loro il comando.

 

Proprio perchè POSSONO farlo non significa che DOVREBBERO. Sono cani che hanno la tendenza a fare il cane da guardia e l’indipendenza e la baldanza necessarie per sostenere un abbaio con un morso. E’ una razza che necessita di un buon leader come proprietario, che gli mostri i confini e fornisca la leadership di cui ha bisogno. Ricordate che un Aussie che tiranneggia il bestiame si suppone possa farlo anche con una persona, quando ci collabora. Un Australian che pensa di essere il leader all’interno del proprio branco umano è solitamente più stressato di quello che dovrebbe, e può anche iniziare a tiranneggiare i membri umani della famiglia verso i quali può arrivare ad adottare un comportamento incontrollabile ed inappropriato, che può persino sfociare nell’aggressività.

 

Un’altra componente dell’istinto di conduzione tipico degli Aussie è l’abilità di condurre la preda (la reazione istintiva di muovere gli oggetti/inseguire e catturare). Condurre la preda è quello che fa di un Australian un drogato del gioco con la pallina o col freesbee. Amano rincorrere ed acciuffare gli oggetti in movimento. Bambini, gatti e macchine sono spesso obiettivo di questo impulso. E’ importante canalizzarlo in attività appropriate e insegnargli che cosa NON è appropriato. Se l’istinto a condurre è presente, il cane si sentirà molto motivato nell’esprimerlo. Il proprietario deve fornire al cane uno sfogo o l’Aussie, indipendente e attratto dalla risoluzione dei problemi com’è, troverà come farlo da solo.

 

In qualità di razza con un forte istinto di conduzione sulle prede, gli Australian sono generalmente visivamente molto sensibili. E’ importante ricordarlo durante il processo di socializzazione. Notano cose che cani di altre razze non notano e il loro processo di socializzazione dovrebbe essere di vasta portata proprio per questo motivo.

 

“...è un compagno eccezionale... versatile e facile da addestrare...”

I proprietari che hanno avuto precedenti esperienze con altre razze spesso muovono critiche all’abilità di venire addestrati degli Australian Shepherd. Questa non ha nulla a che fare con l’intelligenza.... ma ha a che fare con la buona volontà di questa razza a ricevere istruzioni.

 

L’addestrabilità degli Aussie è una combinazione di caratteristiche mentali e fisiche. A livello mentale, ad un Australian piace ricevere ordini e assecondare il proprietario. Fisicamente, per essere un cane da bestiame, deve essere resistente e risoluto e deve affrontare prontamente la sofferenza o il dolore che possono capitargli (se riceve il calcio di un vitello, sbatte su un recinto, lavora con un tempo inclemente, ecc...).

 

Questo significa che hanno bisogno di sapere cosa si pretende da loro e che solitamente sono felici di accondiscendervi, quando lo capiscono. Nei confronti del lavoro su gregge, cambiano prontamente tattica e imparano i desideri del conduttore. Se non vengono indirizzati, possono sentirsi ansiosi e tentare di fare da soli, non esattamente l’ideale per questo genere di cani. Un cucciolo di Australian vuole che gli vengano mostrati quali sono i limiti; ne ha bisogno per avvertire chi è il leader e che si tratta di qualcuno cui può fare riferimento e da cui può prendere ordini. 

 

Per quanto riguarda l’aspetto fisico, un buon Aussie da lavoro su bestiame dovrebbe essere in grado di ricevere un calcio nei denti, rialzarsi pronto a prenderne altri e ritornare al proprio lavoro senza alcuna esitazione. I vitelli lo mettono alla prova abbastanza duramente ... e lui ritorna pieno di entusiasmo!

 

Anche questo tratto riguardante la forza fisica può causare difficoltà nell’addestramento, tra conduttore e cane. Un valido esempio potrebbe essere l’utilizzo della longhina al fine di strattonare col guinzaglio (mentre si addestra il richiamo o nel lavoro su bestiame, ecc). Potrebbe essere un motivo di frustrazione per quei conduttori che hanno utilizzato tali metodi di addestramento con successo per altre razze. Un Border Collie o un Labrador Retriever risponderebbero probabilmente abbastanza bene all’azione sulla longhina, grazie alla loro sensibilità fisica... ma non la maggior parte degli Aussie. Se gli Australian non connettono lo strattone del guinzaglio al conduttore, il loro vigore può indurli ad ignorarlo. Il conduttore di un Aussie deve trovare un modo differente per mostrare al suo cane cosa deve e cosa non deve fare, una maniera che consenta al proprio Australian di assecondare i desideri del compagno umano, piuttosto che lo costringa a  tentare di evitare un disagio. La presenza di un potente impulso predatorio in questi cani può far sì che le persone che desiderano un grande cane sportivo o da obedience utilizzino giochi basati su di esso come motivazioni di alto livello. Alcuni Australian sono più appassionati ai giochi improntati sul predatorio che non al cibo!

 

La forza e lo stoicismo dovrebbero inoltre essere presi in considerazione se si considera l’argomento la salute. Gli Aussie possono essere estremamente stoici. Se il tuo Australian mostra di provare dolore, è il caso di investigare oltre.

 

 

“forte ... con istinti di guardiano ... riservato con gli estranei... aggressivo, autoritario...” 

 

•              “forte... con istinti di guardiano...” Gli Aussie sono cani da guardia protettivi.

•              “... riservato con gli estranei... “ Gli Aussie sono profondamente attaccati alla loro famiglia, ma non tendono a cercare il contatto con gli estranei, nè li accettano facilmente come “amici”. Questo non significa che sono timidi o aggressivi. Sono selettivi nelle loro interazioni sociali. Possono essere estremamente affettuosi con i membri della loro famiglia, ma non sono interessati ai gesti d’affetto degli sconosciuti.

•              “...aggressivi, autoritari...” In un incidente stradale con dei feriti, sul luogo continua ad arrivare gente; ci sono persone che A) si fanno avanti e se ne prendono cura B) proseguono sulla loro strada C) rimangono a fare gli spettatori. Gli Aussie sono il tipo A. Quando sta succedendo qualcosa, entrano in azione. Spesso non si tirano indietro davanti ad una sfida e le loro abilità di problem solving, nonchè la loro indipendenza, fanno sì che tentino di manipolare l’ambiente. Inoltre, non si danno per vinti facilmente.

********************************************************************************************

STADI DELLA VITA

Le caratteristiche menzionate sopra sono molto differenti durante i vari stadi della vita del cane.

 

•              Cuccioli: da giovanissimi, questi tratti sono spesso smussati o del tutto assenti. E’ il modo di Madre Natura di permettere al cane di esplorare il suo ambiente affinchè imparari ad accettare gli avvenimenti.

•              Teenager: durante l’adolescenza (dai 10 ai 18/20 mesi più o meno) gli Aussie spesso attraversano una fase in cui “provano” alcune delle tendenze istintuali che sorgono mentre i loro corpi e le loro menti maturano (esattamente come fanno i teenager umani!).

•              Adulti: La reale personalità da adulto (dai 18-20 mesi in su) è spesso molto differente sia da quella del cucciolo che da quella dell’adolescente.

 

Quindi, tutte queste informazioni sull’innata personalità di questi cani cosa vogliono dire per una persona che sta crescendo un Australian Shepherd sin da quando è cucciolo?

 

Principalmente significa che il proprietario dovrebbe essere al corrente delle caratteristiche innate della razza e che dovrebbe anche essere avvisato che questi tratti possono apparire a livelli differenti ed in diverse misure rispetto all’età. In modo particolare durante l’adolescenza, si potranno notare comportamenti estremi. I proprietari dovrebbero predire l’espressione potenziale di questi tratti, riconoscendone i segni premonitori e dovrebbero crescere bene il cucciolo sin dall’inizio allo scopo di prevenire problemi in futuro.

 

IL CUCCIOLO

 

Ai cuccioli dovrebbero essere date sin dalla più tenera età una leadership e una guida chiare, proprio sin dall’inizio. Dovrebbero avere dei confini definiti e dovrebbero comprendere che l’essere umano tiene sotto controllo il loro comportamento. Questo non significa severità o rigorosità, piuttosto significa che l’umano dovrebbe controllare ogni aspetto della vita del cucciolo in un modo in cui il cucciolo stesso lo possa percepire. Gioco, cibo, giocattoli e accessi ad oggetti di valore dorebbero essere controllati con cura, cosicchè il cucciolo abbia chiaro chi è il leader della casa.

 

La maggior parte degli Aussie sono “cuccioli facili” e troppi proprietari si fanno trascinare da questo “stadio del cucciolo facile” senza considerare le conseguenze. Un Australian che non ha molta confidenza nell’assecondare i desideri umani non prenderà molto facilmente ordini nel momento in cui si necessita una remissività diretta. E’ saggio addestrare il proprio cucciolo ad essere conciliante, ubbidiente e non polemico durante la parte della sua vita in cui è più facile... quando è cucciolo.

 

Se il vostro cucciolo si mostra riservato con gli estranei e se si possono intravvedere i tratti del cane da guardia già in tenera età, siate sicuri di aver riconosciuto queste caratteristiche ed insegnategli come volete che agisca. Non incoraggiate un comportamento da cucciolo che non volete mantenga da adulto. Quello che sembra simpatico in un soffice batuffolo può essere pericoloso in un cane adulto. Se il vostro cane è particolarmente sensibile agli estranei, socializzatelo maggiormente. Se il vostro cucciolo è particolarmente dotato come “cane da guardia”, esercitate un controllo maggiore di modo che siate eventualmente in grado di gestirlo al fine di evitare che qualcuno si faccia del male. Inoltre, accertatevi che il cane sappia che la casa è VOSTRA e non SUA, controllando ogni aspetto della sua libertà e del suo accesso alle risorse.

 

A causa dell’estrema intelligenza di questa razza, della sua sensibilità visiva e delle sue caratteristiche di vigilanza, i cuccioli di Aussie dovrebbero essere socializzati in molti ambienti differenti e in quante più situazioni possibili. Le razze da conduzione in generale hanno 3 volte la necessità di socializzazione dei retriever. Fatelo, poi fatelo ancora e poi ancora un pò. Dovrete mantenere viva per tutta la vita del cane questa pratica.

 

ADOLESCENZA

 

Il periodo dell’adolescenza nell’Australian Shepherd spesso coincide con l’insorgere delle caratteristiche della guardia, della riservatezza con gli estranei e del comportamento autoritario. I proprietari dovrebbero essere consci che in questo momento questi tratti possono essere veramente forti, in maniera allarmante. Cani gregari durante il periodo in cui erano cuccioli possono iniziare ad evitare il contatto con gli estranei. Cani che non hanno mai fatto la guardia possono iniziare a farla improvvisamente e spesso sono difficilmente controllabili quando lo fanno. A causa della caratteristica per cui gli Aussie vanno VERSO le cose che li disturbano, anzichè ritrarsi da esse, si possono verificare situazioni difficili. Se il cane non vuole venire coccolato da un estraneo, può minacciarlo con un ringhio, se non viene lasciato in pace. Persone che il cane percepisce come “intruse” sono trattate con molto sospetto e possono essere persino salutate con manifestazioni aggressive.

  

Molti proprietari di Aussie sono molto in ansia durante il periodo adolescenziale, quando il cane mostra un comportamento protettivo e di guardia estremo o un’eccessiva  ritrosia. State attenti che il modo in cui si comporta il vostro cane durante l’adolescenza NON diventi la sua personalità da adulto... è un periodo attraverso il quale si deve passare. Proprio perchè si tratta di uno stadio, comunque, non significa che bisogna ignorarlo e aspettare che “passi”. Il vostro cane impara tutto il tempo. Se impara che un comportamento estremo è ciò che funziona, continuerà a comportarsi in quel modo. Dovete prevenire e controllare questo tipo di atteggiamento attraverso la gestione e la socializzazione. Non dovete mai permettergli di imparare che mostrare i denti in giro sia un’opzione accettabile. Dovete considerare come si sentiranno le persone che lo incontreranno, se si comporta in questo modo. Dovete continuare a gestirlo e ad addestrarlo sinchè questo comportamento non cessa.

 

Non disperate anche se vi sono progressi poco evidenti o se non ve ne sono affatto. Può sembrare che non sia sufficiente quanto lavorate duro, il vostro cane rimane un reazionario oltre misura. E’ NORMALE per un Australian Shepherd adolescente mostrare questi comportamenti in maniera forte per tutta l’adolescenza. Continuate a sgobbarci sopra! Il vostro obiettivo principale dovrebbe essere la prevenzione... così che il cane non impari che questi atteggiamenti funzionano. Se siete accorti nel gestire ed addestrare durante l’adolescenza, queste pose si placheranno quando gli ormoni e l’esperienza completa lo trasformeranno in un adulto.

 

In merito alla relazione con i suoi proprietari, l’Australian Shepherd adolecente inizia a sondare i limiti del loro mondo, proprio come fanno i teenager umani! Ciò significa che gli Aussie possono sfidare l’autorità rispondendo in maniera differente quando si ordina loro di fare qualcosa. Possono apparire distratti o addirittura apertamente ostili. Talvolta sembra che abbiano scordato ogni singolo punto dell’addestramento ricevuto! Il modo migliore per far fronte a questo periodo è aumentare il controllo dell’ambiente dove vive il cane e praticare un pò di obbedienza extra. Non dovete presumere che le cose miglioreranno se state ad aspettare. Se non fate qualcosa, il cane riconsidererà in maniera definitiva la vostra relazione con lui. Se aumentate l’addestramento ed il controllo, il cane rimarrà dove deve rimanere, dietro di voi nella struttura del branco, un partner volenteroso e remissivo.

 

MATURITA’

 

Adulto Gli Australian Shepherd socializzati ed addestrati in maniera corretta possono gestire praticamente qualsiasi cosa la vita proponga loro, ma lo fanno in maniera differente rispetto a molte altre razze. Il suo ssere riservato con gli estranei diventa “non sono il miglior amico di nessuno e non mi comporterò in quel modo”. Gli Aussie adulti spesso ignorano gli sconosciuti e cambiano lentamente la loro definizione di “estraneo” ad “amico”. Non aspettatevi che diventino i Will Rogers della situazione: “mai incontrato un estraneo...”. Tenete in gran conto la loro lealtà verso di voi e verso i membri della vostra famiglia. Non permettiate che debbano tollerare gesti di affetto non graditi. Rispettate la loro natura e permettete loro di mantenere la propria dignità.

 

I tratti della vigilanza negli adulti sono spesso molto evidenti, ma un Aussie ben addestrato dovrebbe avere un buon giudizio di quando è appropriato fare il cane da guardia e dovrebbe rispondere al comando del proprietario “ok, è abbastanza”. Un buon Australian con un temperamento appropriato probabilmente farà la guardia alla macchina e alla casa con una feroce intensità, quando il padrone non è presente. Potrebbe persino fare la guardia in questo modo con persone estranee alla famiglia con cui è stato amichevole in precedenza... quando sei lì, è tutto a posto, quando non lo sei, ti qualifica come “intruso”.

 

E’ importante ricordare che le minacce degli Aussie solitamente non sono bluff. Se un cane da bestiame sta tentando di muovere un vitello, sosterrà la sua minaccia con un morso. La stessa cosa accade in una situazione in cui il cane sta facendo al guardia. Non mettete il vostro Aussie in situazioni che causeranno, nella sua testa, l’idea che il morso è “necessario”. Se lo fate, gli state garantendo la punturina.

********************************************************************************************

Una buona conoscenza delle caratteristiche base della razza permettono ai proprietari di Australian Shepherd di prepararsi e di addestrare il loro cane ad essere il miglior compagno possibile. Ignorando questi tratti basilari durante la crescita e il processo di addestramento quasi sempre si presenteranno dei problemi.

 

Un Aussie è un intelligente cane da lavoro, con un forte istinto alla guardia e alla conduzione, una personalità autoritaria e aggressiva, un cane che pensa che non ci sono limiti nella vita e che può manipolare il suo stesso ambiente, se ci prova con sufficiente convinzione. E’ un cane che ama oltre misura la sua famiglia e che tollera gli estranei con dignità, ma senza smancerie.

 

Per alcuni, questi tratti potrebbero essere deludenti e sgradevoli. Per il vero fan dell’Aussie, queste caratteristiche sono quello che fa di questa razza il cane migliore del mondo.

 

 

Lisa Giroux, Western Newfoundland, Canada, 709-955-2011 lisa@k9station.com

Share on Facebook
Please reload

Seguici
Please reload

Cerca per tag
Please reload

Archivio
  • Facebook Basic Square
  • Blogger Social Icon
  • Google+ Social Icon
  • YouTube Social  Icon
  • LinkedIn Social Icon

Roma | 3489900075 | sweetgrass.aus@gmail.com
Pastore australiano australian shepherd allevamento cuccioli sport obedience educazione cinofila
 

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now